Sequestrati pesce e crostacei scaduti da anni

pescheria[1]

Il nome in codice dell’operazione era «Gambero verde»: già, perché proprio questo era il colore assunto dai gamberoni, scaduti, sequestrati dalle Fiamme gialle. Che hanno individuato quaranta tonnellate di pesce e crostacei scaduti, in alcuni casi addirittura da sei anni, pronte per essere servite sulle tavole dei ristoranti di Milano. E non soltanto cinesi e giapponesi che propongono piatti a base di sushi, ma anche ristoranti italiani specializzati in pesce.
Gli uomini del comando provinciale delle Fiamme Gialle hanno ispezionato alcuni depositi di grossisti alimentare nell’area a Nord del capoluogo. In un magazzino a Cornaredo, in particolare, i militari della Compagnia di Corsico, assieme agli ispettori dei Dipartimenti di Prevenzione Medica e Veterinaria della Asl Milano 1, hanno sequestrato 16 tonnellate di prodotti ittici scaduti destinati ai ristoranti e ai supermercati. Il titolare, di nazionalità cinese, è stato denunciato per immissione in commercio di prodotti adulterati.

CertineWs/MGD

Share