Reattori nucleari in provincia di Pisa: si chiedono chiarimenti

REATTORE1

E’ Sinistra Ecologia e Libertà a chiedere che si faccia chiarezza sulle procedure di dismissione del reattore nucleare sperimentale Cisam di San Piero a Grado (Pisa).
Nel testo si chiedono “chiarimenti rispetto alle modalità di smaltimento delle acque radioattive, per le quali è previsto lo sversamento nel canale dei navicelli con il rischio di contaminazione per l’ecosistema marino della zona, la stessa interessata dall’incidente del 17 dicembre 2011, quando il cargo Venezia perse in mare 198 bidoni di rifiuti tossici”. Oltre a questo, si chiedono “chiarimenti circa le condizioni e i programmi di smaltimento delle barre radioattive e se siano previste forme di monitoraggio dell’intera procedura”.
La dismissione del reattore nucleare di San Piero a Grado, spiega Petraglia, “è un’operazione complessa che deve avvenire con il massimo della trasparenza e delle garanzie, a tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini. Vogliamo chiarezza sulle procedure adottate e sul prospettato sversamento in mare delle acque delle piscine di raffreddamento, con evidenti ricadute negative sull’ecosistema marino, già provato dall’incidente del Venezia. Su una questione così delicata non sono ammissibili tentennamenti nè zone d’ombra”.

CertineWs/MGD

Share