Odorizzazione dei gas combustibili

impianti-gas-metano[1]

Ha raggiunto la fase dell’inchiesta pubblica finale il progetto E01129172 “Odorizzazione di gas per uso domestico e similare – Parte 2: Requisiti, controllo e gestione” di interesse del Comitato Italiano Gas, Ente federato UNI.
Il documento definisce i criteri di base per l’odorizzazione dei gas combustibili, stabilisce le modalità per determinare le concentrazioni di odorizzante che, presenti nel gas combustibile, garantiscono il conferimento al gas stesso di una sufficiente intensità di odore, definisce i sistemi di controllo delle intensità di odore e del grado di odorizzazione dei gas combustibili.
La futura norma, che va a sostituire la UNI 7133-2 del 2012, si applica:
⦁ agli odorizzanti liquidi che rispondono alla classificazione e ai requisiti riportati nella ⦁ UNI EN ISO 13734
⦁ a tutti i gas combustibili per uso domestico e usi similari distribuiti sia a mezzo tubazioni, sia allo stato liquido in bombole o serbatoi fissi per utenza domestica, limitatamente alle tipologie di gas definite nella ⦁ UNI EN 437
⦁ nel caso del gas naturale, ai gas definiti nella legislazione vigente.

CertineWs/MGD

Share