Isole ecologiche ai cittadini

ISOLE

Ci voleva Change.org e Davide Buldrini, semplice cittadino, per dare voce a un’idea che è sicuramente venuta a tanti, soprattutto se con scarsi mezzi economici: Buldrini raccoglie le firme per cambiare le cose. Ha promosso una petizione su Change.org e si tratta di un’idea intelligente. Buldrini, come scrive nella petizione stessa, vuole “Promuovere il riuso nelle isole ecologiche comunali: la maggior parte delle amministrazioni comunali vieta ai cittadini di prelevare rifiuti dalle isole ecologiche”.
“Troviamo che questa sia una decisione inadeguata volta soltanto ad arricchire le casse comunali a dispetto dell’ambiente e dei cittadini considerando le ingenti tasse che i contribuenti già pagano per i rifiuti.
Infatti oltre al costo ambientale e monetario per lo smaltimento del rifiuto che non viene riutilizzato c’è quello della produzione e acquisto del corrispondente oggetto nuovo. Riutilizzando i rifiuti quindi si risparmia due volte.
Chiediamo quindi che venga data la concessione ai cittadini, ovviamente secondo determinati criteri, di prelevare rifiuti utili dalle isole ecologiche per promuovere il riuso e quindi abbassare i costi dello smaltimento e salvaguardare l’ambiente”. I vantaggi?
I cittadini saranno più invogliati a portare i rifiuti alle isole ecologiche sapendo di avere la possibilità di ritornare con qualche oggetto utile. I più bisognosi eviteranno spese inutili per l’acquisto di oggetti nuovi e ci sarebbe una diminuzione dei costi del riciclaggio e maggior rispetto per l’ambiente perchè riusare è meglio che riciclare.

CertineWs/MGD

Share