Il diabete sempre più nemico invisibile

DIAB

Aumentano le persone sovrappeso, obese o con diabete in tutto il mondo. In Italia, secondo l’Istat, è sovrappeso oltre 1 persona su 3, mentre è obesa 1 su 10. Secondo i dati dell’Associazione Medici Diabetologi sono obesi e con diabete circa 2 milioni di persone. Per questo Italian Wellness Alliance e Italian Barometer Diabetes Observatory (IBDO), in collaborazione con Società Italiana dell’Obesità e con gli auspici di Coni e Federazione italiana Hockey hanno organizzato la prima conferenza dedicata alla promozione dell’attività motoria e dell’esercizio fisico per prevenire e curare l’obesità e il diabete di tipo 2. “Questi numeri ci fanno capire come diabete e obesità si sostengano a vicenda – ha sottolineato Paolo Sbraccia, Presidente Società Italiana dell’Obesità. “L’obesità è considerata l’anticamera del diabete e la combinazione tra le due malattie rappresenta una vera e propria epidemia dei nostri tempi, per la quale l’Oms ha coniato il termine diabesità”. “In una situazione di rischio, la tendenza spessa è quella di intervenire subito con i farmaci, sottovalutando o addirittura ignorando i benefici per la salute dell’esercizio fisico e l’efficacia del corretto stile di vita nella prevenzione delle malattie”, ha spiegato Pierpaolo De Feo, Presidente Italian Wellness Alliance. Dalla discussione di esperti di varie discipline, tra cui medici, esperti di politica ed economia sanitaria, rappresentanti del mondo dello sport, è scaturito un documento di raccomandazioni per promuovere efficacemente l’attività fisica.

CertineWs/MGD

Share