ENERGYMED, tutte le novità sulle rinnovabili

pannelli

In mostra ci saranno tutte le nuove tecnologie per la produzione e l’utilizzo delle fonti rinnovabili suddivise in tre grandi aree: Ecobuilding, dedicato all’edilizia sostenibile e all’efficienza energetica; MobilityMed, dedicata alla mobilità sostenibile attraverso gli ultimi veicoli a basso impatto ambientale; Recycle, il segmento dedicato al recupero di materia ed energia dai rifiuti, di primaria importanza per un’adeguata gestione del ciclo completo dei rifiuti. Tra le novità più attese alla tre giorni napoletana, gli ultimi modelli di auto elettriche, ma anche i veicoli commerciali e gli scooter a emissioni zero. «La diffusione delle energie rinnovabili e di un nuovo modello di sviluppo eco-sostenibile sono tra gli obiettivi su cui punta Napoli», ha detto il sindsco di Napoli Luigi De Magistris, sottolineando come in questo contesto «EnergyMed può contribuire a tracciare la strada da percorrere per regalare un futuro migliore alle giovani generazioni». Per il vicesindaco con delega all’ambiente, Tommaso Sodano, il salone «deve rappresentare un punto di riferimento per la green economy del centro sud Italia e rilanciare così la posizione centrale della città sul Mediterraneo». Il salone, organizzato dall’Anea (Agenzia Napoletana Energia e Ambiente) e promosso da Comune di Napoli, Provincia di Napoli e Provincia di Benevento, contiene anche una vasta sezione dedicata a workshop e convegni che rappresentano, informano gli organizzatori, un punto di riferimento, di confronto e di aggiornamento per imprese, istituti di ricerca, esperti del settore, istituzioni ed Università. Si entra infatti subito nel vivo da giovedì con il convegno inaugurale «I programmi di finanziamento per le Fonti Rinnovabili e per l’Efficienza Energetica», organizzato da Ice (Istituto Commercio Estero), Ance (Associazione costruttori edili) e Renael (Rete Naizonale delle agenzie energetiche locali). Nell’ambito della quinta edizione di EnergyMed verrà anche presentato il progetto europeo delle Smart Cities a cui Napoli si è candidata. A EnergyMed presente anche l’Ice con un suo stand per promuovere i rapporti economici e commerciali italiani con l’estero, con particolare attenzione alle esigenze delle piccole e medie imprese. (Fonte CertineWs)

Share