Cinque progetti di norma sottoposti a inchiesta pubblica preliminare

uni

Il secondo progetto di nuova norma nazionale riguarda la sicurezza del macchinario e in particolare le macchine e le attrezzature per pubblico spettacolo. La norma specifica i requisiti di sicurezza per la progettazione, il calcolo, la fabbricazione, l’installazione, la manutenzione e il funzionamento applicabili a questa tipolgia di macchine adibite alla meccanica superiore, che operano in ambiente chiuso. Esempi di queste macchine sono: ciclorama; ponti luci e torri mobili; sipari di scena e quinte mobili (arlecchini, mantovane e simili); tiri contrappesati (manuali o motorizzati); tiri multipli; schermi per cinema; tiri puntuali (manuali o motorizzati); sistemi telescopici o a pantografo.Il progetto è seguito dalla commissione tecnica “Sicurezza”.
Gli altri progetti ora in inchiesta preliminare riguardano adozioni di norme europee o internazionali.
Due riguardano la commissione “Prove non distruttive”: il primo tratta la metodologia per la qualificazione delle prove non distruttive, definendone i principi fondamentali e individuandone i metodi per la qualificazione; il secondo ha per oggetto il controllo automatizzato mediante ultrasuoni (selezione e applicazione dei sistemi). In entrambi i casi lo spunto è dato da un rapporto tecnico CEN elaborato su mandato dell’Unione europea a supporto della Direttiva 97/23 (PED). Si ritiene quindi opportuno ed utile, per gli operatori del settore a livello nazionale, avere a disposizione il suddetto rapporto tecnico per un più esauriente inquadramento della tematica.
Il quinto progetto, di competenza della commissione “Unificazione dell’utensileria per lavorazioni meccaniche”, riguarda le dimensioni e i metodi di prova per le giunzioni per bussole a mano con quadro di trascinamento. L’adozione della ISO 3316:2012 aggiorna la normativa tecnica esistente per le dimensioni limite, i valori minimi di durezza Rockwell del quadro di trascinamento, per i procedimenti della prova di torsione e per i relativi valori minimi, la designazione e la marcatura. (Fonte CertineWs)
 

Share