Che aria si respita in città?

torino-smog[1]

Il 9 gennaio sarà presentata a Firenze un’iniziativa innovativa che vede il coinvolgimento dei cittadini nella sorveglianza della qualità dell’aria. Appuntamento all’università.
L’appuntamento è il 9 gennaio alle ore 15 all’aula magna del plesso didattico dell’università di Firenze in viale Morgagni. La presentazione si intitola “PM 2.5 Firenze. La sorveglianza della qualità dell’aria condotta dai cittadini”. Parteciperanno: Joel Schwartz, Department of Public Health, Harvard University, Boston (MA), USA; Mariachiara Tallacchini, Institute for Citizen Protection, Joint Research Center, European Union, Ispra; Filippo Bonaccorsi, Assessore alla mobilità, Comune di Firenze.
“PM 2.5 Firenze» è un’attività di sorveglianza epidemiologico-ambientale promossa e condotta da cittadini residenti in Firenze e realizzata con il supporto della Cooperativa Epidemiologia e Prevenzione G.A.Maccacaro.
“Si tratta di un’esperienza di ricerca partecipativa, dove tutti coloro che, a vario titolo, sono coinvolti in una ricerca epidemiologica – cittadini, ricercatori e istituizoni – sperimentano un modo nuovo di mettersi in relazione l’uno con l’altro – spiegano i promotori – Perciò l’incontro del 9 gennaio, oltre a illustrare i dati sulle concentrazioni di polveri fini nell’area fiorentina raccolti in un anno di misure, si propone di avviare un modo nuovo e moderno di rapporto tra le istituzioni e i cittadini, in cui la disponibilità di informazioni e la produzione stessa del sapere scientifico siano patrimonio di più soggetti e non ristretti al solo ambito specialistico”.

CertineWs/MGD

Share