Antonio Nunziante: prima mostra personale negli Emirati Arabi

Mattino_Dubai 2013 (1)

ANTONIO NUNZIANTE

LUMEN
a cura di Luca Tommasi

DUBAI – UAE, 04 NOVEMBRE – 03 DICEMBRE 2013

Milano, 10 ottobre 2013 – Si svolgerà presso il Capital Club di Dubai dal 04 novembre al 03 dicembre 2013 la prima mostra personale di Antonio Nunziante negli Emirati Arabi. Mostra introdotta dalle Sue stesse parole: “Un lieve zefiro, in un “Mattino” silente accarezza il candido manto di un cavallo tra le dune inquiete che si affacciano sul mare, è questa la visione che ha ispirato il mio viaggio in terra araba”.
L’iniziativa, legata anche ad una partnership etica a beneficio del centro Al Noor di Dubai per bambini diversamente abili, è sotto l’alto patronato di Sua Altezza Shaikh Nahyan bin Mubarak Al Nayhan, Ministro della Cultura, con gli auspici del Consolato Generale Italiano a Dubai, promossa da Metamediale e Luca Tommasi Arte Contemporanea ed organizzata da Benedetta Paravia, Ambasciatore di Al Noor. Una ventina di opere selezionate verranno ospitate nelle sale del Capital Club di Dubai, prestigioso circolo privato internazionale, per presentare l’arte del Maestro torinese in un’area del mondo dove, negli ultimi anni, l’attenzione per le arti visive è in continua crescita, come testimoniano le aperture di sedi di alcuni autorevoli musei occidentali quali il Louvre ed il Guggenheim.
Oltre alle opere più recenti, la mostra consentirà di apprezzare lavori già esposti in alcune delle più celebri mostre dell’artista come la recente personale “Works” tenutasi a New York del 2012 e “Paesaggi di Luce” svoltasi nel 2011 nelle sale di Palazzo Ducale a Genova nell’ambito del progetto “Van Gogh e il viaggio di Gauguin”.
“Non è più il tempo – riferisce Luca Tommasi, curatore della mostra – delle provocazioni, gli uomini di oggi non si sentono più vicini ad una natura romantica e disordinata ma in questi periodi difficili, dove ormai si naviga a vista, hanno bisogno di coordinate solide, di principi validi da cui ripartire. L’era post-moderna è ormai prossima a subire il suo prefisso. In un momento come quello che stiamo attraversando, Nunziante ha compreso quanto sia necessario trovare delle idee forti da cui ripartire, idee forti che ci permettano di ritrovare una griglia rigida sulla quale dare un valore morale alle nostre scelte, passare da leggi ormai scomparse in un cielo drammaticamente vuoto a delle regole che probabilmente profumano di conservatorismo ma che forse ci rendono felici.”
Antonio Nunziante nasce a Napoli nel 1956. Dopo aver conseguito il diploma di scuola secondaria in Arte frequenta l’Accademia delle Belle Arti. Nel 1975, terminata la formazione in tecniche di restauro a Firenze, fa ritorno a Torino. Visita musei italiani e internazionali, venendo in particolare a contatto con l’opera di Rembrandt e Vermeer. Mentre l’interesse del pubblico italiano per la sua pittura inizia a crescere, nel 1983 ha l’occasione di farsi conoscere negli Stati Uniti, con una mostra agli Artexpo di Los Angeles e New York. Partecipa alla Biennale di Bergamo tra il 1986 e il 1990. Le mostre allo Yonemara Country Club di Tokyo nel 1990 e al New York Artexpo nel 1991 danno a Nunziante visibilità internazionale. Nel 1996, presso la mostra “Il valore della figura”, le sue opere vengono esposte accanto a quelle dei maestri italiani Boeri, Cascella, De Chirico, Guttuso, Amedeo Modigliani, Giorgio Morandi, Marino Marini, Severini e Sironi. Iniziano ad emergere elementi che diventeranno una costante nelle sue opere: metafisica, simbolismo e romanticismo. È il periodo di “Farmacie Italia”, “Le stanze”, “Gli oggetti” e in cui si ispira all’Isola dei morti di Arnlod Bocklin per dipingere un’isola come spazio ideale per la mente e lo spirito. Nel 2001 il museo Boussex-Meaux di Parigi ospita la sua mostra “Dimensioni Parallele”, in occasione dell’esposizione “Hommage a I’lle Des Morts”, accanto alle opere di Salvador Dalì e Max Ernst. Il 2007 è caratterizzato dal susseguirsi di numerose mostre. Ad aprile Nunziante espone all’Home House di Londra, ad ottobre presso il Palais des Congres di Parigi e a dicembre presso il Palazzo della Promotrice delle Belle Arti di Torino, con un’antologica personale. Seguono “Oneiros”, la personale di Venezia curata da Luca Beatrice nel 2009, l’esposizione presso il Red Hot Art Fair di Miami nello stesso anno, e quella di Praga nel 2010, presso la Galleria Brehova. Sempre nel 2010 a dicembre con la mostra presso Castel Sismondo di Rimini intitolata “Nunziante dal Caravaggio”, Antonio si ispira e confronta con l’Estasi di San Francesco d’Assisi del maestro milanese. Dopo la personale “La visione ulteriore” presso il Chiostro del Bramante di Roma, presenta 40 nuove opere presso il Palazzo Ducale di Genova con “Paesaggi della Luce”, affiancando l’esposizione “Van Gogh e il Viaggio di Gauguin”: entrambe le mostre vengono curate da Marco Goldin. Novembre 2012 vede alcune delle sue opere più importanti presentate accanto a nuovi lavori all’interno dell’esposizione “Works” a Soho, dove suscitano l’interesse del Console Generale Italiano di New York che ne sceglie cinque affinché vengano esposte all’interno del Consolato fino a giugno 2013.

Inaugurazione: 04 novembre 2013 ore 07.00 pm. Sarà presente l’artista.
Catalogo: LGE Edizioni
Organizzazione: W in
Media partner: CertineWs
Per info ed accrediti stampa e media: M [email protected] T +39.339.1527677
LUMEN è un’iniziativa selezionata da Certiluxe ®.

CertineWs/MD

Share